Vi sentite in pericolo nella vostra relazione ?
Avete delle domande ?
Volete parlare con qualcuno ?

Non restate sole con le vostre difficoltà. C’è qualcuno che vi ascolta e che può aiutarvi a trovare una soluzione.
Per più informazioni potete chiamare anonimamente una persona che vi ascolta in italiano

Che cosa può accadere?

  • Lui controlla ciò che fate, come vi vestite, il vostro telefonino, i social media, i vostri contatti.
  • Non potete vedere e parlare con la vostra famiglia o con vostri amici quando volete. Vi sentite sole.
  • Non potete né uscire né rientrare in case quando volete.
  • Non vi è permesso lavorare, seguire dei corsi di lingua o una formazione.
  • Nessuno vi ascolta e non avete il diritto di scelta su ciò che riguarda voi o i vostri bambini.
  • Lui vi dice che i vostri documenti e quelli dei vostri bambini saranno confiscati.
  • Non potete utilizzare il bancomat o il vostro denaro come volete.
  • Non potete instaurare nessuna relazione con chi desiderate.
  • Vi picchia.
  • Vi obbliga ad avere rapporti sessuali
  • Vi tocca contro la vostra volontà e non avete via d’uscita.
  • Non vi è permesso di utilizzare anticoncezionali
  • Vi sentite ferita.
  • Avete perso la fiducia in voi stesse.
  • Vi sentite umiliate.
  • Vi sentite in gabbia / progioniere.
  • (..)

Questi sono alcuni esempi di violenza fisica, sessuale, economica e psicologica. Se avete spesso paura e la vostra salute e quella dei vostri figli ne risentono, avete bisogno di qualcuno che vi ascolti.

Ci sono diversi modi per ameliorare la vostra situazione:

  • Potete informarvi, chiamare qualcuno, potete andarvene…
  • Avete il diritto di cercare, nel momento in cui lo desiderate, l’aiuto più adatto alla vostra situazione.
  • Nessuno può obbligarvi a fare qualcosa contro la vostra volontà.

È possibile rivolgervi anonimamamente a delle persone che vi ascoltano e che possono aiutarvi a trovare un aiuto o una soluzione.

È possibile contattate questo numero per tutte le domande su vostro figlio o i vostri figli. Vedere i vostri figli è un vostro diritto, nessuno può privarvene.

Volete sapere cosa potete fare

È importante conoscere i vostri diritti per prendere la migliore decisione sulla vostra situazione. Per telefono, anonimamente e senza impegno, una persona che vi ascolta e che capisce la vostra lingua può fornirvi molte informazioni sulle diverse opzioni e soluzioni possibli.

You can also look up information yourself. You’ll find the most important services and information in Dutch / French below.

Che cosa potete fare?

A chi rivolgersi?

Punto di ascolto nella vostra lingua

Non esistate a contattattare in forma anonima una persona che vi ascolta nella vostra lingua. Voi non siete sole con i vosti problemi, c’è qualcuno pronto ad ascoltarvi.

Assistenza sociale e informazioni

Un servizio specializzato, riservato e gratuito. Il servizio d’assistenza sociale, giuridica, d’alloggio etc. per provincia 0800 30 030 -www.ecouteviolencesconjugales.be

Domande su pronto soccorso, sostegno psicosociale, consulenza giuridica etc. Punto d’ascolto per vittime di violeza domestica 0800 30 030 - www.ecouteviolencesconjugales.be

Se si desidera rivolgersi espressamente al servizio di assistenza sociale, è possibile recarsi presso il CPAS appartenente al vostro comune di residenza. Per ulteriori informazioni su come raggiungere il centro si prega di consultare il nostro sito www.belgium.be/nl/familie/sociale_steun/ocmw

Per coloro che desiderano ottenere maggiori informazioni su come ottenere aiuto e assistenza nella propria regione, si prega di consultare il sito www.desocialekaart.be

Contatti case di accoglienza

ccoglienza e alloggio : Per coloro che desiderano informazioni e numeri di telefono delle case accoglienza per persone vittime di abusi, per donne vittime di violenza con figli, si prega di consultare il sito www.ecouteviolencesconjugales.be/maisons.php o chiamare direttamente ilnumero 0800 30 030.

Informazioni giuridiche

Avrete diritto ad un’assistenza giuridica e ad un avvocato. La prima consulenza è sempre gratuita e in caso in cui non possiate farvi carico delle spese legali, avrete la possibilità di essere rappresentati da un difensore d’ufficio. Per ottenere maggiori informazioni su come accedere al servizio giuridico e alla rappresentanza legale potete consultare il nostro sito

Infomazioni circa il vostro statuto di soggiorno

Le vittime di violenza coniugale hanno il diritto di essere protette, così come le vittime residenti in Belgio che hanno effettuato richiesta di ricongiungimento familiare. Per ottenere maggiori e più precise informazioni vi preghiamo di consultare la brochure “Emigrati e vittime di violenza coniugale”? rilasciata dall’Istituto per l’uguaglianza tra uomini e donne e dal CIRE – associazione che si occupa del coordinamento e delle iniziative per i rifugiati e gli stranieri. Per verificare quali procedure intraprendere e le conseguenze sul vostro statuto di soggiorno in Belgio www.cire.be.

Per tutte le altre informazioni su avvocati, permessi di soggiorno e diritto internazionale di famiglia, consultare il sito www.progresslaw.net nei casi in cui, ad esempio, si è in possesso di un passaporto straniero o di quello del proprio coniuge o nei casi in cui non si è ancora in possesso di un VISTO definitivo.

Polizia e assistenza medica

Ogni qualvolta vi rechiate dal medico o in ospedale a seguito di una violenza, richiedete un dossier medico e chiedete al vostro medico di aggiornarlo. Il vostro medico ha delle istruzioni specifiche su come seguire i pazienti vittime di violenze coniugali. Nel caso vogliate ottenere maggiori informazioni circa il servizio di polizia locale presso la vostra zona, consultare il sito

More information about your local police zone can be found on www.politie.be/fr

Se pensate di essere in pericolo di vita, contattare il servizio di polizia locale tramite il numero 101. La polizia è obbligata a prestare aiuto repentinamente. In caso di urgenze per assistenza medica, contattare immediatamente il numero 112.

Per informazioni generali

Informazioni sulla violenza domestica:

La violenza domestica è punibile per legge

La violenza domestica è punibile per legge. Se volete sporgere denuncia alla polizia, ecco alcuni suggerimenti:

  • Portare i certificati della cartella clinica del medico o dell'ospedale.
  • Preparare fotocopie o foto di tutti i documenti giustificativi (ad esempio, medico) di cui disponete: certificati, attestati, lettere, foto, ecc. Conservare gli originali con cura o chiedere al medico di conservare gli originali per voi.
  • Redigere attentamente la vostra dichiarazione prima di firmarla. Prendete il tempo necessario e se trovate qualcosa che non apprezzate o non abbastanza chiara, cambiatela fino a quando non vi sembrerà corretta.
  • Chiedere una copia della vostra dichiarazione, il numero di verbale e il nome della persona che ha registrato il vostro reclamo. Tutti questi dati potranno essere utilizzati in seguito se si decide di sporgere denuncia, divorziare o vivere da soli.

Nel caso in cui vogliate trovare un rifugio:

  • Ricordarsi di preparare tutti i documenti importanti (per voi e per i vostri figli): carte d'identità, numero della tessera sanitaria del bambino, se siete sposate: certificato di matrimonio e una copia del contratto di matrimonio, se vivete insieme: prove di acquisti che appartengono a voi individualmente o ad entrambi come coppia (fatture, estratti conto), certificati medici di aggressioni e lesioni.
  • Se possibile: mettere da parte del denaro per affittare qualcosa o per pagare il tragitto verso amici/conoscenti. Annunciare il vostro arrivo in anticipo.
  • Mettere piccole borse con vestiti e cose a casa del vostro vicino di casa o di altre persone di fiducia nel caso in cui doveste lasciare casa vostra con urgenza.
  • Preparare gli effetti personali a cui siete legate: oggetti di valore, gioielli.....
  • Se avete la vostra propria auto: metteteci le attrezzature che potete usare per sentirvi al sicuro.
  • In caso di separazione, scattare foto delle stanze della casa, dei mobili, ecc....
  • Quando lascerete casa vostra: opponetevi a qualsiasi procura del proprio partner sui propri conti bancari.
  • Chiedete alla posta di inoltrare la vostra corrispondenza o di conservarla. L'ufficio postale non può comunicare il vostro nuovo indirizzo.

Fonte: www.vzwzijn.be/upload/docs/ZIJN_folder2_slachtoffervanpartnergeweld.pdf